Category: News

dicembre 27th, 2017 by Editore

Tra le tante novità che saranno introdotte con il nuovo Regolamento europeo per la protezione dei dati personali, vi è il principio dell’accountability, che rappresenta un punto cardine per il GDPR 2018. Il GDPR, ovvero General Data Protection Regulation, dal 25 maggio 2018 diventerà il testo del regolamento europeo privacy, ma è già in atto da maggio 2016 quando furono pubblicati i testi in materia di protezione dei dati personali. Il nuovo regolamento europeo per la protezione dei dati personali introduce nuovi principi e in particolare nuovi obblighi per i titolari e i responsabili del trattamento. Il principio di accountability, o in italiano “principio di responsabilizzazione”, si rivolge alle aziende pubbliche e private e a tutti gli enti statali, PA, etc.. Il principio di accountability era già stato introdotto in senso lato, dalla CGUE (Corte di Giustizia dell’Unione Europea), già nel Working Party ex art.29, in merito alla sentenza 95/46/CE, in cui si fa riferimento anche ai concetti di adeguatezza e accuratezza dei dati. Ma il concetto di accountability GDPR 2018 induce alla responsabilizzazione da parte del titolare e del responsabile del trattamento nei confronti dei dati personali dell’utente.

L’articolo 5 del GDPR stabilisce quali sono i principi a cui bisogna sottostare, per il trattamento dei dati personali, che fanno riferimento ai concetti di liceità, correttezza e trasparenza. Inoltre, come descritto all’interno dell’art. 5, i dati personali devono: essere trattati con esattezza; vi deve essere una limitazione delle finalitàdel trattamento dei dati; è consentita una minimizzazione dei dati; vi deve essere una limitazione della conservazione; devono essere trattati in modo da garantire integrità e riservatezza. Il Titolare del Trattamento dovrà garantire tutti i concetti finora descritti, agendo quindi attraverso un “principio di responsabilizzazione”, poiché “una violazione dei dati personali può, se non affrontata in modo adeguato e tempestivo, provocare danni fisici, materiali o immateriali alle persone fisiche”.

L’accountability nel Regolamento europeo per la protezione dei dati personali ritiene che il titolare del trattamento debba adottare tutte le misure tecniche per garantire la conformità del trattamento dei dati dell’utente. Tali misure devono essere valutate caso per caso dal titolare del trattamento, il quale deve considerare diversi fattori, tra cui la natura, l’ambito di applicazione e i possibili rischi. Si delinea così che il GDPR, o in italiano il RGPD 2018, funge più che altro come guida sul ruolo del responsabile del trattamento e del titolare del trattamento, in cui vengono infatti elencati quali sono gli obblighi e quali le relative sanzioni; mentre la Direttiva 95/46 era particolarmente incentrata sui diritti dell’interessato in merito alla privacy.

Posted in News

novembre 15th, 2017 by Editore

foto da handwerk.com

La raccomandata permette di spedire lettere e oggetti in tutto il territorio nazionale, con un servizio tracciabile, certificato e sicuro, con ricevuta di ritorno. L’avviso di ricevimento ha valore legale e testimonia l’avvenuta ricezione da parte del destinatario – o di un suo delegato. In caso di impossibilità momentanea, chi riceve può ritirare la raccomandata entro trenta giorni presso l’ufficio postale indicato nell’avviso di giacenza.

La spedizione tramite raccomandata, però, ha alcune limitazioni.

Cosa si può spedire con raccomandata?

Lettere e pacchi, fino a 2 kg di peso.

Cosa non si può spedire con raccomandata?

Denaro, oggetti preziosi, titoli e carte di valore esigibili al portatore, oltre ad oggetti potenzialmente pericolosi o altri che includono all’interno batterie al litio.

Se la busta inviata tramite raccomandata contenesse materiale prezioso, e venisse smarrita, né mittente né destinatario avrebbero diritto a risarcimenti o rimborsi di alcun tipo.

Spedizione pacchi, i servizi alternativi alla raccomandata

Nel caso in cui si debbano recapitare oggetti che per natura o peso non possono essere spediti tramite raccomandata, esistono alcune modalità alternative di spedizione, come ad esempio il pacco postale o i servizi di spedizione pacchi online assicurati.

Per spedire denaro o oggetti dal valore importante, è bene scegliere uno spedizioniere affidabile che dia garanzia di risarcimento per smarrimenti, rischi di forza maggiore e furti, per valori fino a 2.500 euro contenuti nel pacco. La spedizione può essere tracciata, in modo da avere sempre sott’occhio i suoi spostamenti, e la certezza che in caso di mancata consegna il pacco venga restituito al mittente.

Con il servizio di spedizione pacchi online offerto da IoInvio è anche possibile concordare con il destinatario il giorno, l’ora e l’indirizzo di consegna, in modo che il pacco contenente oggetti preziosi, titoli, denaro o altri importanti documenti, venga ritirato il prima possibile, senza ulteriori spostamenti e giacenze nei depositi di uffici postali o nei magazzini di corrieri espressi.

Il costo della spedizione dipende, oltre che dall’assicurazione e dai servizi aggiuntivi desiderati, dal peso e dalle misure del pacco. In genere i servizi di spedizione pacchi online sono considerevolmente più convenienti della spedizione tradizionale.

Garantiscono inoltre la comodità di gestire tutto da casa: l’ordine viene perfezionato su internet tramite pc o smartphone e un addetto verrà – a domicilio, sul posto di lavoro o presso l’indirizzo indicato – a ritirare il pacco il giorno lavorativo successivo alla richiesta, se effettuata entro le ore 17, o comunque entro tre giorni lavorativi. Oltre all’assicurazione, disponibile per spedizioni sia nazionali che internazionali, è possibile richiedere il servizio di contrassegno.

Posted in News

novembre 2nd, 2017 by Editore

Le ragioni del trasferimento privato

Ci sono diversi ragioni dietro alla volontà di cambiare ospedale, clinica o casa di riposo per il proprio ricovero. Non è detto che si voglia spostarsi per ragioni mediche ma ci sono dei motivi personali che possono essere dovuti alla grande lontananza da casa, poiché capita che il paziente finisca in una struttura lontana per via di una cronica mancanza di posti letto. Altre volte c’è chi preferisce andare in una clinica di sua conoscenza.

Chi contattare

I motivi personali sono molti ma quello che resta è l’impossibilità di soddisfare queste richieste con i mezzi pubblici che devono restare liberi per poter essere mandati a fornire i primi soccorsi a chi chiama il numero di emergenza medica 118. Per tale ragione, si deve contattare una società per avere un’ambulanza privata a Roma. A differenza di quello che succede con le ambulanze pubbliche chiamate per emergenze mediche, il costo di una ambulanza di tipo privata è a carico di chi ne fa richiesta. Anche la parte organizzativa è tuta a carico chi vuole cambiare ospedale che dovrà organizzare il tutto da solo o, al massimo, con la collaborazione dei famigliari.

Che cosa comunicare

Alla società privata si devono comunicare una serie di dettagli importanti per poter soddisfare la richiesta. Anzitutto, definire il giorno del trasferimento e la struttura di destinazione, che deve dare il nulla oste per avere il soggetto come paziente. Meglio indicare sempre le patologie di cui il paziente soffre e indicare la terapia farmacologia che segue, nonché eventuali allergie ai medicinali in primis e anche ad altre sostanze.

Le responsabilità

Chi desidera spostarsi da un ospedale un altro di suo maggiore gradimento, deve non solo fare richiesta per un’ambulanza privata Roma ma anche prendersi le responsabilità. Per lasciare il primo ospedale occorre firmare una lettera di auto dimissioni con la quale ci si assume ogni genere di responsabilità in caso di problemi o complicazioni durante il viaggio.

Posted in News

ottobre 23rd, 2017 by Editore

Accessorio immancabile ormai nelle cucine di tutti, un estrattore potrebbe non essere l’elettrodomestico più facile da scegliere: in commercio ce ne sono di modelli, con funzionalità, di fasce di prezzo, prodotti da aziende completamente diversi  e nella maggior parte dei casi decidere cosa acquistare significa anche fare un compromesso, tra funzionalità e caratteristiche tecniche per esempio. In altre parole? Portarsi a casa un prodotto estremamente professionale come l’estrattore di succo Hurom è molto diverso dell’“accontentarsi” di un oggetto più commerciale. E non è detto che tra le due opzioni una sia migliore dell’altra: tutto dipende da come e quanto si utilizzerà l’estrattore, dal tipo di risultati che si vogliono ottenere e dalle proprie esigenze specifiche, più in generale.

 

Perché (e come) scegliere un estrattore di succo Hurom

Un estrattore di succo Hurom, insomma, è l’ideale per chi intende farne un uso continuativo e frequente: ha un’autonomia di oltre dodici ore, che gli permette di continuare a funzionare senza il bisogno di pulirlo e senza soprattutto che si surriscaldi compromettendo la qualità degli estratti e che è l’ideale per chi voglia sostituire in questo modo il consumo di frutta e verdura fresche e al naturale. Allo stesso modo, gli estrattori di succo professionali come gli Hurom hanno in genere accessori che permettono di scegliere con che tipo di materie prime lavorare: sono filtri con fori di diverse dimensioni, per esempio, a seconda della densità che si vuole dare al proprio estratto e della quantità di fibre contenute nello specifico vegetale. Gli oggetti di questo tipo, poi, quasi sempre hanno scocche di design e meccanismi facilmente smontabili che ne permettono una manutenzione ideale, oltre che essere costruiti in materiali di grande qualità e completamente atossici. Il vero vantaggio che ci si prova ad assicurare con l’acquisto di un estrattore di succo Hurom o di qualsiasi altra marca, sebbene professionale, infatti è la piena qualità del prodotto finale: chi voglia un estratto che mantenga intatte le sue proprietà benefiche e le sue qualità organolettiche e nutritive dovrebbe esigere per questo un meccanismo a freddo, con un basso numero di giri nello specifico come quello in questione, che non ossidi le materie prime.

Posted in News

ottobre 21st, 2017 by Editore

Solo parti originali

Una fattore molto importante quando si parla di manutenzione di apparecchi come il condizionatore o il climatizzatore è rivolgersi a una ditta esperta che utilizzi solamente parti di ricambio originali, cioè prodotte dalla stessa casa madre così sono utilizzati i medesimi parametri. Diverse parti del condizionatore sono soggette ad usura e vanno cambiate soprattutto prima dell’inizio della stagione calda così l’apparecchio in uso non avrà nessun tipo di problema. I pezzi originali hanno un costo un po’ superiore rispetto a parti cosiddette universali ma hanno di certo una durata maggiore.

Reperibilità massima

Solamente i veri esperti del settore dell’assistenza e manutenzione dei condizionatori sono in grado di intervenire nel minor tempo possibile così da poter risolvere un problema come una rottura o un guasto immediatamente senza dover aspettare che le normali ditte di assistenza condizionatori riaprano al lunedì. La reperibilità di un vero esperto è 24 ore su 24, 365 giorni l’anno perché non si può mai sapere quando un condizionatore subirà un guasto che deve essere risolto al più presto per non restare senza aria fresca.

Minori rotture e guasti

Se ci si rivolge con una certa regolarità sempre alla stessa valida ditta di manutenzione climatizzatori e condizionatori, si ha il vantaggio che questi apparecchi migliorano le loro prestazioni, facendo consumare meno elettricità così la bolletta recapitata si abbassa notevolmente. Quando a mettere mano al condizionatore è un addetto che vanta grande esperienza alle sue spalle, l’apparecchio avrà una vita utile più lunga, portando anche a diminuire i guasti e i problemi nel corso del tempo, in maniera da rendere minori gli interventi per riparazioni e simili.

Installazione corretta

Meglio sempre rivolgersi agli esperti del settore dei condizionatori e dei climatizzatori anche e soprattutto per la fase di installazione in maniera che l’apparecchio venga messo nel modo giusto. No è facilissimo creare un impianto per l’aria condizionata ed è importante creare il giusto scolo per la condensa onde evitare problemi.

Per info e / o prenotazioni: assistenzacondizionatori.roma.it .

Posted in News

ottobre 19th, 2017 by Editore

Parquet, pavimentazioni e rivestimenti in legno non sono destinati unicamente alle superfici interne: esistono in commercio una varietà di prodotti in legno per esterni adatti a realizzare soluzioni raffinate e a valorizzare qualsiasi tipo di ambiente architettonico. Il parquet è un tipo di pavimentazione molto apprezzata per le sue doti di eleganza e per la capacità di infondere a qualsiasi ambiente quell’atmosfera accogliente e intima tipica del legno. Tuttavia, proprio per la sua natura, è sempre stato inadatto ai contesti in cui è presente una certa percentuale di umidità, quali possono essere la cucina e il bagno, e nelle aree esterne, soggette all’azione degli eventi atmosferici e alle intemperie.

Oggi, grazie ai metodi di lavorazione con i quali il legno viene trattato, è possibile realizzare pavimentazioni in legno per esterni resistente all’uso, all’acqua e all’umidità. Anche un prodotto raffinato come il parquet, in passato destinato solo ad ambienti interni, può adattarsi facilmente a qualsiasi clima e situazione. Il legno per esterni è ideale sia per le pavimentazioni di terrazzi, balconi, cortili e giardini, sia per progetti di particolare prestigio, come la costruzioni di imbarcazioni di design e yachts, e l’industria nautica in genere.

Il legno per esterni deve naturalmente avere caratteristiche particolari, dalle dimensioni dei listelli, alla fibra di legno utilizzata, alla tecnica di posa e alla finitura: è con una perfetta armonia tra questi elementi che il legno riesce ad adattarsi alla perfezione anche ad ambienti umidi e spazi aperti soggetti alle intemperie. I listoni utilizzati per la pavimentazione di ambienti esterni devono essere spessi non meno di 2 centimetri, con una superficie lavorata in maniera tale da offrire un ottimo supporto antiscivolo anche in condizioni atmosferiche avverse. La notevole robustezza del legno da esterni nei confronti di ogni tipo di sollecitazione unita alle sue caratteristiche di prodotto naturale e non trattato con sostanze tossiche, lo rende un materiale tra i migliori in fatto di ecosostenibilità e rispetto per l’ambiente.

E’ possibile trovare diverse essenza in legno per esterni, adatte a soddisfare ogni esigenza estetica e funzionale, dai più duri e resistenti, come il teak, alle varianti più economiche, come il pino o l’acacia, ma comunque eccellenti.

Posted in News

ottobre 5th, 2017 by Editore

Residuo di un precedente incidente

Se passi sopra a dei pezzi e parti lasciti sulla strada dopo un incidente, potresti bucare la ruota: le parti delle lamiere, i pezzi di plastica della carrozzeria, i vetri rotti dei finestrini etc. sono parti che possono creare un problema di questo tipo. Questo insegna che, in caso di incidente in cui sei coinvolto, ricordati sempre di togliere tutte le parti e i pezzi dalla strada perché potrebbero danneggiare altri veicoli, soprattutto se decidi di non fare intervenire le autorità e fare una constatazione amichevole poiché, di solito, sono i carabinieri o i vigli del fuoco a pulire la strada.

Dei sassi appuntiti

Anche i sassi possono essere un problema per il copertone della ruota della tua auto. Quelli più appuntiti potrebbero, infatti, conficcarsi nella ruota e bucarla. Se no sei capace di sostituire la ruota oppure non hai a bordo del mezzo tutto il necessario, sei costretto a chiamare il carro attrezzi per ricevere l’aiuto che ti serve. Quando hai un attimo, verifica sempre che nel kit della tua macchina vi sia tutto ciò che serve per sostituire una ruota bucata: ruota di scorta, cric e avvita bulloni.

La ruota troppo gonfia

Anche se la ruota vien gonfia troppo, potrebbe esserci il pericolo che questa esploda. Se la pressione del penumatico è eccessiva, potrebbero esserci dei problemi alla ruota stessa. Il caldo, un piccolo sasso o altro ancora possono far esplode il pneumatico, costringendoti a cambiarlo nel bel mezzo del tuo viaggio. Controlla sempre che le ruota sino gonfie ma no troppo: un esperto meccanico sa bene come fare e ti può spiegare come non avere problemi quando lo fai da solo.

Prende il marciapiede con troppa velocità

Uno squarcio nella ruota si può creare anche se prendi un marciapiede con troppa velocità. Spesso si può parcheggiare a cavallo del marciapiede ma le manovre devono essere eseguite molto lentamene perché a velocità elevate, il copertone potrebbe rompersi, costringendoti al cambio della ruota.

Per avere subito maggiori dettagli e informazioni, clicca qui www.carroattrezziroma.info .

Posted in News

ottobre 3rd, 2017 by Editore

Legno

I serramenti e gli infissi prezzi Roma possono essere costruiti utilizzando il legno che è un prodotto di origine naturale che ha il vantaggio di avere un’estetica superiore, grazie ai nodi e alle venature che si creano durante la crescita dell’albero. Il legno è un prodotto resistente che garantisce anche sicurezza poiché non si rovina facilmente anche se potrebbe avere dei problemi a causa degli agenti atmosferici, come pioggia e umidità che possono farlo marcire. L’isolamento termico offerto da questa tipologia di profili è molto buono. Il legno, inoltre, rappresenta la soluzione più costosa di questo mercato data la sua origine naturale. Sarebbe opportuno preferire sempre infissi in legno certificato, cioè proveniente solo da foreste controllate.

Alluminio

Per realizzare i serramenti per le finestre si può usare anche l’alluminio. Si tratta di un metallo che si presenta leggero ma, allo stesso tempo, è molto resistente tanto da non avere problemi per via degli agenti atmosferici che non lo intaccano. L’alluminio ha un problema per quanto riguarda l’isolamento termico che non è perfetto dato che si tratta di un metallo conduttore.

Pvc

Infine, i serramenti e gli infissi per le finestre possono essere realizzati con il pvc. Si tratta di una sigla che indica il polivinile di cloruro cioè un polimero plastico che può essere poi miscelato con pigmenti per ottenere colori diversi. È anche possibile avere infissi con l’effetto legno nonostante siano di plastica per un impatto migliore. La resistenza del pvc è tripli: contro il fuoco, contro gli agenti atmosferici e contro i tentativi di scasso anche i più aggressivi con piede di porco e trapano. Gli infissi prezzi Roma per quanto riguarda quelli realizzati in pvc sono una delle alternative meno costose affinché sia possibile avere un prodotto di qualità eccelsa senza dover spendere troppo.

Mix

A volte, i profili per le finestre possono anche essere realizzati con un mix dei materiali visti in precedenza. Il legno con l’alluminio e il pvc con l’alluminio per avere benefici da ogni prodotto.

Posted in News

ottobre 3rd, 2017 by Editore

Gli integratori alimentari svolgono molte funzioni. Alcuni di questi sono pensati per coloro che desiderano dimagrire qualche chilo. Una delle novità del momento è piperina e curcuma plus, un integratore della Natural Fit che potete ordinare da casa con la garanzia di 30 giorni soddisfatti e rimborsati. Quali sono i suoi benefici?

Specifichiamo che, come qualsiasi altro integratore alimentare, non può sostituire una dieta bilanciata ma può integrarla, rafforzandola.

Per piperina e curcuma plus, opinioni molto favorevoli. Aiuta come prima cosa a bruciare e smaltire i grassi. Aiuta a bruciare i carboidrati e grazie ai succhi gastrici resi più acidi dalla piperina, si riesce a digerire più in fretta. Per evitare comunque danni all’apparato digerente c’è la curcuma, che protegge. La curcuma poi depura anche l’organismo. Questo integratore accelera il metabolismo e impedisce che nuove cellule adipose si accumulino.

Basta prendere le compresse due volte al giorno. Una dopo pranzo e una dopo cena. Come indicato infatti sulla confezione, vanno prese solo a stomaco pieno. Le dosi vanno rispettste.

Come acquistarlo e controindicazioni

Potete acquistare Piperina e curcuma plus online. Questo integratore alimentare infatti non si trova nelle farmacie, nelle erboristerie o in siti web come Amazon ed Ebay. Il motivo è semplice. Il produttore sa bene che affidandosi a intermediari il costo per il cliente finale aumenterebbe, spesso raddoppierebbe. Ecco allora che vende esclusivamente dal proprio sito web al cliente, in modo diretto. In questo periodo tra l’altro c’è uno sconto. Invece che 69€, si paga 49€. Una confezione dura per due mesi di trattamento.

Potete fare affidamento anche sulla garanzia soddisatti e rimborsati. Entro 30 giorni dall’acquisto, potete chiedere il rimborso se non vi è piaciuto. Pagate l’integratore al corriere solo a pacco ricevuto, altra cosa davvero eccellente, specialmente perché è normale non fidarsi dei pagamenti fatti online.

Piperina e curcuma plus non ha particolari controindicazioni. Il produttore comunque si raccomanda di non superare le dosi. Non deve essere preso da donne incinte, bambini, persone che soffrono di patologie che interessano l’apparato grastrointestinale, i reni e il sistema circolatorio.

Posted in News

settembre 25th, 2017 by Editore

Prendere i mezzi pubblici

Una soluzione per arrivare in tempo all’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino potrebbe essere quella di prendere i mezzi pubblici come treni, metropolitana, bus, tram etc. Si tratta di un sistema come un altro per arrivare a destinazione grazie a diverse coincidenze. È necessario però tenere presente che fare un viaggio con molte coincidenze e cambi è un po’ rischioso a causa dei possibili ritardi, purtroppo molto frequenti: anche se un solo mezzo è in ritardo, anche se di poco, potrebbe saltare tutto il piano delle coincidenze e non si arriva in tempo in aeroporto per prendere il volo. I mezzi pubblici sono una valida soluzione solo se si parte già da vicino l’aeroporto in maniera da non avere cambio o, comunque, pochi.

Chiamare un taxi

Molte persone per raggiungere in tempo l’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino chiamano un taxi. Si tratta di un mezzo dove alla guida c’è un esperto autista che conosce bene le strade affinché sia possibile prendere quelle meno trafficate e quelle più veloci per arrivare a destinazione. Questo però capita solo se alla guida si trova un autista serio e valido e non uno di quelli disonesti che fa fare giri assurdi solo per far girare il tachimetro di più. Il costo della corsa dipende infatti dalla distanza percorsa perciò chiamando un taxi da molto lontano il rischio è quello di pagare di più per il taxi che per il biglietto aereo.

Arrangiarsi con la propria automobile

La soluzione che sembra la migliore è quella di arrangiarsi e andare in aeroporto con la prima macchina ma dove al si può parcheggiare? In aeroporto Fiumicino le tariffe sono troppo alte ma esistono diverse compagnie nelle immediate vicinanze che propongono il servizio di custodia delle automobili a dei prezzi davvero low cost. Nella tariffa del parcheggio sono inclusi tutti i servizi tra cui il bus navetta gratuito.

Per prenotare subito il posto auto direttamente online, vai sul sito web www.parkanddream.it .

Posted in News