I 3 materiali migliori per la bistecchiera

Una bistecchiera di tipo elettrica che consente di grigliare in ogni stagione senza produrre odori forti nella propria cucina può essere fatta in diversi materiali.

Ghisa

Uno dei materiali più diffusi per le griglie elettriche è di certo la ghisa che ha degli ottimi vantaggi. si tratta di una lega tra ferro e carbonio che ha il vantaggio di mantenere bene il calore. Spesso si tratta di soluzioni che hanno un rivestimento anti aderente per una cottura davvero ottimale.  Il segreto per far durare a lungo nel tempo una bistecchiera di questo tipo è pre riscaldarla per bene prima di mettere su i cibi da cuocere. Meglio non lavare la piastra in ghisa in lavastoviglie ma meglio usare acqua calda e un detersivo a base di aceto o altri ingredienti acidi, come limone o simili.

Alluminio

Un’altra possibilità per realizzare le bistecchiere è usare l’allumino, un metallo che ha un’ottima conducibilità e perfetta resistenza nel corso degli anni. la corrente elettrica riscalda in un attimo la piastra in allumino così non serve predisporre il tutto per la grigliata ore prima: si può decidere all’ultimo minuto di grigliare senza alcun problema o ritardo sull’orario della cena. Alcune piastre in alluminio si staccano dal corpo centrale per una maggiore facilità di pulizia e possono anche essere messe in lavastoviglie.

Pietra ollare

La pietra ollare è una tipologia che è sempre molto ricercata dagli amanti della griglia perché consente diversi vantaggi. Il motivo per cui si usa molto è che resiste ottimamente alle temperature più alte così da potere essere messa anche sul fuoco vivo senza problemi. Oltre che per la carne, la pietra ollare risulta ottima anche per cuocere verdure e pesce. Sarebbe e meglio ungere prima la pietra con dell’olio e rimuovere i precedenti residui di cibo con della carta assorbente. Meglio non lavare la pietra ollare con detersivi o altro per non deteriorare le sue caratteristiche.

I prodotti migliori di questo settore si trovano sul sito web bistecchieraelettrica.com .

settembre 6th, 2017 by